Grande Lucio!

Questa mattina, guardando Facebook, la pagina di Panorama mi ha ricordato che quattordici anni fa se ne andava Battisti.

Quindi oggi dobbiamo celebrare anche questa persona – più che un blog di un autore sta diventando il calendario degli anniversari, quindi devo spiegarne il motivo.

Sono cresciuto con Battisti. Ovviamente avevo otto anni quando è morto e le grandi canzoni sono uscite circa quindici anni prima che io nascessi, ma molti (oddio, tutte le volte che l’ho detto le persone mi hanno guardato con uno sguardo sorpreso, tipo: quante nuove informazioni mi stai dando!) sanno che Battisti è stato il cantante della Brianza.

Forse lui non voleva esserlo – tanto che in “Una giornata uggiosa” la chiama “velenosa” – ma noi ci siamo affezionati a lui e all’averlo intorno, quindi sarebbe brutto non ringraziarlo in questo giorno per le canzoni che ha dato alla musica italiana.

Comunque: per farvi capire quanto è importante Battisti in zona, vi presenterò due indici. Uno: il corso di musica delle superiori di mia sorella, due: il karaoke del paese.

Il primo è molto semplice. Alle superiori, mia sorella ha dovuto fare due anni di musica, dove il professore ha insegnato a tutti a suonare “La canzone del sole” con la chitarra acustica. Risultati pessimi, molte volte, ma insomma.

Secondo: quando ancora abitavo dall’altra parte della Brianza, nel vero cuore pulsante, a Luglio avevamo la festa del paese. Un anno, ci eravamo presentati in mille ad organizzare tale festa. E litigando con chiunque è diventata una cosa carina, che ha anche attirato gente – ma poi abbiamo evitato di continuare, visto che i precedenti organizzatori preferivano invitare l’amica che suona liscio piuttosto che un paio di tribute band di quelle che fanno schifo, ma tirano dentro pubblico – e abbiamo anche introdotto il Karaoke.

Mia madre è finita in giuria (?) e tra le varie scelte Battisti era onnipresente.

La miglior presentazione del Sacro Cantautore è stata data, però, dalla possibilmente miglior amica di mia madre: sbiascicando, ridendo, rossa in volto, quasi finendo sotto il palco e concludendo con un GRANDE LUCIO!

Ecco, sì. Non ha vinto ovviamente. Ma riutilizzerei le sue parole oggi: GRANDE LUCIO!

One thought on “Grande Lucio!

  1. Ma non c’è un tasto di condivisione per l’articolo?
    Soprattutto, non mi aspettavo gradissi la musica di Battisti. Ti ricopro di punti stima :D!

Leave a Reply