Tradizioni.

Ero abituatissimo ad un ferragosto al freddo. Tipico della Brianza: diluvio, allagamenti, treni che non vanno… invece oggi c’è stato il sole tutto il giorno.

È che noi, qui, non siamo tanto abituati a festeggiare il ferragosto: è un giorno come un altro. Il più delle volte si è in ferie. Molte volte invece si è a casa per un giorno, ma il giorno dopo si torna in ufficio – cosa che mi è capitata. E sì, diluviava anche quel giorno.

Solitamente festeggiavamo, famiglia unita, il Ferragosto al mare (in quanto famiglia che da trent’anni è stata presente per la settimana di Ferragosto al mare, non forzandoci di andarci per fare la gita fuori porta): mio padre cucinava pesce, si mangiava poco come al solito (non siamo mai stati famiglia da grande abbuffate) e poi la zia invitava sempre per il dessert. A volte invitava anche al pranzo, molte volte declinavamo: per mia madre era una festività religiosa e l’unica cosa che le interessava era di andare in Chiesa, punto.

Oggi invece è stata tranquilla e mi sono divertito: lasagne scaldate dalla mia amica/quasi vicina di casa, poi un film, un giro a casa di sua nonna e una pizza fuori.

E adesso sul balcone a prendere l’arietta.

Continuo a non capirvi, fanatici del Ferragosto in mezzo a troppa gente. Rimanete al mare, che noi stiamo qui a goderci la tranquillità!

Leave a Reply